L'Unione europea, per i due programmi "Frutta e verdura nelle scuole" e "Latte nelle scuole" ha assegnato all'Italia rispettivamente 20.857.865 milioni e 8.924.496 milioni per l'anno scolastico 2018-2019. I fondi, suddivisi tra gli Stati membri nel corso della recente riunione del Comitato per l'organizzazione dei mercati agricoli, dovranno essere adottati dalla Commissione europea entro la fine di marzo. Nell'ambito del programma, ogni anno scolastico vengono riservati 150 milioni per gli ortofrutticoli e 100 milioni per il latte e altri prodotti lattiero-caseari, per oltre 30 milioni di alunni in tutta l'Unione europea.


In aggiunta alla distribuzione di questi prodotti, il programma dell'Unione europea destinato alle scuole promuove abitudini alimentari sane, soprattutto in riferimento ai bambini e prevede appositi programmi educativi sull'importanza di una corretta alimentazione e sulle varie fasi di produzione del cibo.


Circa il 15% delle assegnazioni di aiuti sarà, di fatti, destinato a misure educative per promuovere abitudini alimentari sane tra i giovani, combattere gli sprechi alimentari, organizzare visite in aziende agricole e distribuire specialità del territorio, mentre il restante 10% dovrebbe coprire i relativi costi.


Anche noi, come azienda agricola e fattoria didattica, parteciperemo al programma ospitando scuole del circondario campano in visita guidata. Promuoveremo, come sempre, percorsi orientati alla sensibilizzazione dei ragazzi verso temi quali l'importanza di una dieta sana, il ruolo di frutta e verdura nella stessa, la coltivazione dell'orto e la preparazione dell'impasto del pane, per citarne alcuni. Tutti temi volti alla riscoperta delle tradizioni del nostro territorio, che - stimolando la curiosità e la sete di conoscenza - rendono possibile un riavvicinamento dei più piccoli alla natura e  all'agricoltura.


Per ulteriori informazioni, clicca qui.